I migliori profumi ai fiori d’arancio

I profumi ai fiori d’arancio sono una fragranza distillata di fiori freschi di arancio amaro. Quest’arancia, nota anche come arancia amara, di solito è troppo acida per essere gustata, ma questa stessa amarezza rende questo tipo di arancia molto più aromatica rispetto al resto delle varietà di arance. Quasi tutte le parti dell’arancio amaro sono utilizzate per produrre materiali belli e aromatici per l’industria dei profumi: l’olio essenziale è ricavato dalla buccia, le foglie d’arancio sono utilizzate nella produzione dell’olio di petitgrain, mentre i fiori bianchi servono nella produzione di neroli di fiori d’arancio.

L’arancio amaro (Citrus aurantium) è ampiamente coltivato nelle parti occidentali dell’India, dell’Africa orientale e dell’Himalaya. Gli spagnoli portarono l’arancia amara in Florida, a metà del 1500. Nel 1763, le arance acide venivano esportate da St. Augustine in Inghilterra, gettando le basi per quella che è oggi la Florida, uno dei maggiori produttori mondiali di arance. Questo stato utilizza persino il fiore d’arancio come simbolo ufficiale dal 5 maggio 1909. Durante il periodo dei fiori d’arancio, in primavera, milioni di fiori bianchi profumano l’aria in tutta la Florida centrale e meridionale. Essendo uno dei fiori più profumati, i fiori d’arancio sono un materiale indispensabile nell’industria dei profumi.

Nella tradizione cinese, i fiori d’arancio erano presagi di purezza, innocenza e virtù morale, ma anche un simbolo di fecondità e fertilità. Le spose di tutte le nazioni hanno sempre indossato una sorta di abbellimento floreale il giorno del loro matrimonio e la tradizione dell’uso dei fiori d’arancio si è diffusa dall’Est all’Europa, durante i tempi dei Crociati. Le fanciulle hanno usato fiori d’arancio per decorare i loro capelli il giorno del matrimonio, e questa usanza era così diffusa che l’espressione “raccogliere fiori d’arancio” ha assunto una connotazione completamente diversa iniziando a significare “cercare moglie”.

Il fiore d’arancio non è solo un bellissimo fiore, ma è anche una grande nota profumata. Con il suo profumo fresco e leggermente dolce, è utilizzato in molte fantastiche fragranze. Ma quali sono i migliori profumi ai fiori d’arancio?

La nota di fiori d’arancio è una bellissima nota profumata che proviene dal fiore di un albero d’arancio. Pertanto, questa nota di fragranza rientra nella categoria “floreale bianco” e non nella categoria degli agrumi.

Migliori profumi ai fiori d’arancio

1. Roberto Cavalli Eau de Parfum

Roberto Cavalli Eau de Parfum

L’eau de parfum Roberto Cavalli potrebbe essere indossato al meglio in inverno. Un brillante accordo agrumato presenta una nota di fiori d’arancio nascosta al primo spruzzo – e non potrebbe essere più dolce. In un certo senso ricorda Elie Saab Le Parfum che ha un aroma più pesante, più densa e più audace, che nega la freschezza di qualsiasi fiore.

Questo inizio precoce passa a un bouquet floreale più sensuale e luminoso, gelsomino sbiadito e una tuberosa nascosta che lusingano il tema dei fiori d’arancio con una dolce combinazione di tonka / vaniglia che ruba la scena in modo piuttosto lussuoso. Si sviluppa per essere più cremoso e balsamico mentre si concede un fondo carico di resina alla fine.

I toni tenui della vaniglia consentono solo la giusta dose di fiori d’arancio e note orientali, rimanendo ricchi, seducenti e costosi senza offrire una sensazione travolgente o appiccicosa.

2. Narcisse Noir

Narcisse Noir

Quando leggi il nome Narcisse Noir, sei portato a pensare che questo sia un narciso soliflore. Non è. In realtà, il narciso è all’interno di questa composizione come una controparte molto importante di un altro fiore che è, appunto, il fiore d’arancio. Questo paradosso è particolarmente evidente nella versione eau de toilette della fragranza.

Lanciato nel 1911 e creato da Ernest Daltroff, questo è uno dei capolavori più importanti della casa francese di Caron e un simbolo delle sue fondamenta. Rappresenta lo stile francese e può essere visto anche come un predecessore delle fragranze profonde e sensuali degli anni ’20 come Habanita e Tabac Blond. In questo caso, soprattutto nella versione Parfum.

Nell’Eau de Toilette c’è un abbinamento molto armonioso di fiori d’arancio con una freschezza saponosa che proviene dal narciso e dagli accordi tipici di Caron. È uno stile completamente vintage ma anche molto incantevole. Mentre si può chiaramente distinguere il lussureggiante floreale agrumato del fiore d’arancio, viene fornito con il profumo animalesco e cremoso del narciso.

La base coriacea è molto morbida e sensuale, con sfumature cipriate che rimandano all’età della sua creazione. Quando lo esplori ulteriormente nella concentrazione del profumo, perdi parte del fiore d’arancio poiché il narciso viene più in primo piano e c’è un accordo coriaceo animalico più pesante.

3. Jean Paul Gaultier Classique

Jean Paul Gaultier Classique

Classique è speciale perché, sebbene sia davvero dolce ricordi ancora la gomma da masticare, è un orientale floreale unico con calde sfumature di ambra, anice stellato e vaniglia. Ma è davvero un floreale con accenti aggiuntivi di ylang, tuberosa, rosa e iris.

4. Christian Dior J’Adore In Joy

Christian Dior J'Adore In Joy

Difficilmente puoi chiamare il nuovo J’Adore In Joy una composizione di fiori d’arancio, ma questa nota gioca un ruolo importante qui. In Joy è una fragranza un po insolita all’interno di una linea iconica di fiori bianchi di J’Adore (prima di tutto rigogliosi cespugli di gelsomino) adornati di sale.

Questo lancio è stato apprezzato soprattutto per il particolare accordo salato che è abbastanza distintivo tra tutte le edizioni appiccicose degli ultimi. Il fiore d’arancio svolge il ruolo di ponte tra gelsomino e sale – unisce due grandi strati bianchi e li mescola bene, condividendo le caratteristiche di entrambi: è un aroma ricco e denso dapprima e poi sfumature amidacee.

5. Serge Lutens Fleurs d’Oranger

Serge Lutens Fleurs d'Oranger

Immaginate un aranceto amaro in fiore, che risplende d’oro sotto i raggi del sole pomeridiano, l’odore della tuberosa e delle viti di gelsomino in lontananza; una donna voluttuosa, con il petto ansimante, un pò sudata per l’eccitazione, sta contemplando le faccende del cuore sotto gli alberi gioiosi.

Fleurs d’Oranger (ovvero fiori d’arancio) di Serge Lutens è uscito nel 2003, cementando la maestria con cui il marchio Lutens (e il profumiere Chris Sheldrake) trattano note ed essenze floreali. Accenti speziati, intrecciati e intimi, forniscono una nota piccante che evidenzia il trattamento insolito, virante all’oriente, dei fiori.

Fleurs d’Oranger, sempre femminile, è forse la più lussuosa, lussureggiante composizione floreale, la composizione più sensuale mai appoggiata sull’assoluta di fiori d’arancio e un capolavoro indiscusso della linea Lutens. Può essere indossato tutto l’anno e non manca mai di invogliare gli ammiratori, accalciandovi come api al miele. ue tracce.

Spetterà all’incredibile donna che saprà gestire quegli ammiratori, di persuasione umana o animale, mettere un pò di distanza tra loro e lei per preservare il mistero!

E tu quali profumi di fiori d’arancio ritieni più meritevoli per il titolo di migliori profumi ai fiori d’arancio?