Cosa sono i profumi di nicchia?

Non c’è settore in cui l’aggettivo “nicchia” sia usato così spesso come in profumeria. Ma cosa sono i profumi di nicchia? Cosa significa nicchia?

Cos’è la nicchia?

Secondo il dizionario, l’aggettivo “nicchia” indica prodotti, servizi o interessi che si rivolgono a una ristretta sezione specializzata di persone.

In altre parole, nicchia significa ‘diverso’ e non voler accontentare tutti. Tuttavia, questa definizione non fa alcuna dichiarazione sul prezzo o sulla qualità.

Leggi anche: Il Miglior profumo di nicchia femminile

Cosa significa nicchia in profumeria?

Sembra che l’industria dei profumi abbia davvero abbracciato questo aggettivo, rendendolo la nuova parola d’ordine ormai da diversi anni. Non c’è nessun altro settore in cui l’aggettivo “nicchia” sia usato così spesso. Ad esempio, hai mai sentito parlare di ristoranti di nicchia, parrucchieri, dj o negozi di scarpe?

Non esiste una definizione ufficiale di profumo di nicchia, ma comunemente si fa una distinzione tra:

Profumi firmati

Profumi delle aziende di lusso, in particolare case di moda, che puoi trovare in quasi tutti i grandi magazzini, aeroporti e profumerie. Questi marchi offrono molto di più del profumo.

Lanciano profumi per dare a più persone la possibilità di acquistare qualcosa dal loro marchio e, naturalmente, per aumentare il proprio fatturato. Per fare questo, spendono enormi budget per lo sviluppo di diverse formule che testano nei panel dei clienti per assicurarsi che attirino un vasto pubblico, e ancora di più per campagne di marketing con modelli o attori famosi per rendere le loro fragranze ancora più attraenti.

Lanciare una nuova fragranza è come lanciare un nuovo film: i rischi sono alti e vogliono essere sicuri che sarà un blockbuster. Se hanno un vincitore, creano infinite varianti (chiamate “flankers”) del profumo e, se possibile, gel doccia, latte corpo, deo, ecc… per accontentare ancora più persone e generare più entrate.

Quindi paghi principalmente per il confezionamento, la ricerca e il marketing. L’olio profumato stesso rappresenta solo una piccola percentuale del prezzo. Tuttavia, questo non significa che si tratti di cattivi profumi. Dopotutto, i profumi più iconici rientrano in questa categoria. Pensa a Chanel n°5, Terre d’Hermes, Arpège di Lanvin o Poison di Dior.

I profumi di questi marchi sono creati principalmente da profumieri esterni. Possono essere lavoratori autonomi, ma di solito sono impiegati da grandi “produttori di fragranze” internazionali come Firmenich, Givaudan o IFF. I primi due gruppi sono svizzeri, tra l’altro.

I profumi delle celebrità

Profumi che portano il nome di una celebrità, come Beyoncé, David Beckham o Ariana Grande. Una sorta di merchandising di lusso. In realtà, possiamo essere brevi su questo: potresti chiamarli “di nicchia” perché probabilmente trovano la loro strada solo per i loro fan, ma questi profumi hanno principalmente uno scopo commerciale. Resta da vedere se ti danno davvero il fascino di una celebrità.

Profumi di nicchia

Profumi di aziende (più piccole) che producono solo profumi (e talvolta altri prodotti profumati come le candele). Di solito assumono profumieri esterni per la creazione dei loro profumi.

Profumi indie

Profumi di marchi molto piccoli in cui il proprietario è anche il “naso” o il profumiere. Indie sta per Indipendente. Non dipendono quindi da “nasi” esterni.

Quanto è nicchia la nicchia?

Sulla base delle definizioni di cui sopra, è facile determinare se un profumo è di nicchia o no? Le definizioni dicono principalmente qualcosa sul tipo di azienda che commercializza il profumo, ma dicono poco su quale sia la vera differenza tra tutti quei profumi. Inoltre, le eccezioni sono innumerevoli e le diverse categorie stanno convergendo.

L’ascesa e il successo dei profumi di nicchia non è passato inosservato ai marchi di stilisti. Hanno risposto introducendo linee più esclusive, come Armani Privé e Dior Collection Privée, al fine di catturare parte della crescente nicchia di mercato. Queste linee sono più costose e non si trovano in ogni profumeria, a volte anche solo nei negozi del marchio stesso. Ma puoi chiamarli “di nicchia”?

Che dire di marchi di profumi come Guerlain, Acqua di Parma o Tom Ford? Sono responsabili di profumi iconici di grande successo come Shalimar, Samsara, Acqua di Parma Colonia e Black Orchid. Per questi marchi, il profumo non è solo un sottoprodotto redditizio, ma la loro principale fonte di reddito.

Appartengono tutti a società di lusso internazionali come LMVH o Estée Lauder. Oggi li puoi trovare in ogni città di medie o grandi dimensioni del mondo, ognuno con 70 o più fragranze diverse, per tutti i gusti. Non puoi chiamarli “designer”, ma sono davvero “di nicchia”?

Diventa ancora più difficile con marchi d’avanguardia come Comme des Garçons o Maison Martin Margiëla. È vero che i loro profumi si rivolgono a un pubblico più ristretto, ma entrambi appartengono anche a gruppi internazionali. Sebbene selettivi, puoi chiamarli “di nicchia”?

Di gran lunga i marchi “di nicchia” più conosciuti sono: Creed, Frederic Malle, Serge Lutens, Le Labo, di Kilian, Maison Francis Kurkdjian o Byredo.

Sebbene li chiamiamo “di nicchia”, ognuno di loro ha rilasciato più di 40 fragranze diverse e ora fa parte di un gruppo internazionale. Sono tutti pionieri che si sono poi fusi in un’azienda più grande per continuare a crescere. Puoi ancora chiamarli di nicchia? O è un modo conveniente per le grandi imprese di accedere al segmento di “nicchia”?

Ci hanno portato profumi pubblicizzati, come Aventus, Portrait of a Lady o Santal 33, ma se “nicchia” significa che sono solo per un pubblico limitato, allora questi profumi probabilmente hanno superato da tempo lo status di selezione.

Oltre a questi nomi più noti, ci sono centinaia di marchi più piccoli che commercializzano profumi. Ogni giorno ne emergono di nuovi e altri scompaiono. È difficile vedere la foresta per gli alberi. È anche una bella sfida per i marchi stessi farsi notare. Ciò che hanno in comune è che offrono un numero limitato di profumi realizzati in piccole quantità e che si trovano solo in pochi posti. Ma soprattutto sono l’appassionato lavoro di una vita del fondatore. La loro azienda di solito è composta da una sola o, al massimo, da una manciata di persone. Se il termine “nicchia” significa qualcosa, questo è ciò che pensiamo significhi.

La nicchia è migliore perciò più costosa?

I marchi di nicchia più piccoli spesso risparmiano sulla confezione e non si dedicano al marketing (a pagamento). Questo permette loro di utilizzare ingredienti più nobili. Paghi di più per il prodotto reale e meno per tutto ciò che lo circonda. Il fatto che siano spesso più costosi è dovuto principalmente al fatto che producono quantità molto inferiori, il che fa aumentare i costi di acquisto e di produzione.

Sebbene tali marchi debbano ovviamente essere redditizi per sopravvivere, hanno un vantaggio importante: devono trovare solo un numero limitato di clienti per i loro prodotti ogni anno. Ciò significa che possono essere più creativi. I loro profumi non devono attrarre milioni di persone. I veri profumi di nicchia sono più originali e contengono ingredienti più costosi. Ottieni un miglior rapporto qualità-prezzo ma soprattutto: acquisti un prodotto personale e unico fatto con amore e devozione.

Naturalmente, come in qualsiasi settore redditizio, ci sono marchi meno onorevoli e si notano enormi differenze di prezzo nel mercato di nicchia. Alcuni marchi scelgono imballaggi molto costosi o semplicemente aumentano il loro prezzo per renderlo ancora più esclusivo, mentre la qualità del prodotto non è quindi necessariamente migliore.

Che differenza fa?

Hai profumi buoni e meno buoni in ogni categoria e fascia di prezzo. Creazioni originali e imitazioni. A tale riguardo, il fatto che un profumo sia “di nicchia” o meno è in realtà irrilevante. È un termine che confonde, abusato e dice poco.

Poiché la gamma di marchi e profumi è così vasta, scegliere un profumo non è un compito facile. Ecco perché spesso ricorriamo a marchi ben noti, classici o hype. Queste sono scelte sicure. Ma queste scelte significano che hai davvero un profumo che fa per te? Un profumo che ti emoziona ed è un’estensione della tua personalità?

Lascia un commento